Tribunale di Monza, sent. n. 367/2018 confermata dalla CdA Milano con sent. n. 1026/2018

I beni rientranti nella categoria dei beni disponibili di proprietà comunale restano oggetto di rapporti di tipo privatistico tra Comune e gestori, in base al quale questi ultimi corrispondono un canone pattizio di locazione, in quanto sia la disciplina della TOSAP che quella del COSAP fanno esclusivo riferimento ai beni appartenenti al Demanio o al patrimonio indisponibile dei Comuni nonché alle aree private sulla quali risulta costituita una servitù di passaggio pubblico.

Le speciali agevolazioni di cui all’art. 93, comma 2, del D.Lgs. 259 del 2003 sono relative alla sola fase di realizzazione delle reti di comunicazione elettronica e non anche alla fase successiva relativa all’esercizio del servizio mediante occupazione dell’area pubblica.

Icon

SE 367_2018 Trib. Monza 0 2 downloads

...
Icon

SE 1026_2018 CdA Milano 0 1 downloads

...